google-site-verification: google988731eb7a0ecd37.html
 

EDUCARSI AL BELLO

Quanto siamo educati al bello? Guardiaimoci intorno, in molti settori il gusto ed il saper fare italiano non sono ancora superati. La moda è sicuramente uno di questi, forse il più evidente. Ecco perché questo abito, non italiano, salta subito all'occhio. In una vetrina ho visto questa gigantografia (mi scuso se la foto ha i riflessi).

Abito uomo a quadri



In un qualsiasi abito ben fatto non ci sono questi difetti. Farne una gigantografia significa che il Responsabile qualità ha ritenuto invece che fosse perfetto. Proporre paccottiglia, sapere che ci sono acquirenti disposti a pagare un prezzo alto per un oggetto senza valore, che non si accorgono del taglio errato, mi fa male.


Quante volte amiche/amici ricamatrici/ricamatori avete pensato la stessa cosa quando un cliente vi chiede il prezzo di un vostro lavoro e lo sentite andare via lamentandosi che è troppo caro? Quante ore di lavoro, di occhi, di mani, di mente per il progetto, ci sono dietro a quel prezzo? Quante volte avete pensato che non vale più la pena di lavorare, tanto nessuno lo capisce? A me è successo molte, moltissime volte.


Dobbiamo arrenderci? Dobbiamo accettare che questo è il nuovo standard e che va bene così?

No, non sono d'accordo. Insegniamo ai ragazzi, fin da bambini, perché un oggetto è di qualità ed un altro no. Torniamo a far loro capire il valore del lavoro, di quel saper fare che ci ha sempre contraddistinto. Facciamogli capire che non importa se non puoi permetterti il vestito sartoriale, ma non devi pensare che sia caro. Il valore del lavoro di quel sarto che lo ha confezionato è molto superiore al valore al quale viene venduto; invece, il valore del marchio commerciale non ha niente a che fare con la qualità, è puro marketing.


Non voglio più accettare questo pensiero e nel mio piccolo cercherò di educare al bello tutti quelli che potrò. Vi esorto a fare altrettanto, se potete. Gentilmente, con pazienza, come goccia che scava la roccia, facciamolo.




Post in evidenza